Notizie

L’agenda delle scadenze contributive del terzo trimestre 2015

8 ottobre 2015

L’AGENDA DELLE SCADENZE CONTRIBUTIVE DEL TERZO TRIMESTRE 2015

Modulo 4-FSS – Fondo Assicurazione Sociale

Il 26 ottobre scade il termine per la presentazione del modulo elettronico 4-FSS per il terzo trimestre 2015 (per le dichiarazioni in formato cartaceo il termine scade il 20 ottobre). I moduli rimangono invariati, ma le regole di compilazione sono state parzialmente modificate (vedasi ordine di servizio FSS del 26 Febbraio 2015 № 59).

Ricordiamo che i premi assicurativi per il Fondo Sociale (FSS) nel 2015 sono dovuti su retribuzioni (e altre erogazioni) che non superano i 670 mila rubli annui per dipendente. Tale limite considera il totale cumulativo delle retribuzioni erogate ad ogni singolo dipendente dall’inizio dell’anno; oltre tale tetto, nessun contributo è dovuto con riferimento a tali dipendenti fino alla scadenza dell’anno in corso.

Da notare che il 12 agosto è entrato in vigore il trattato di adesione della Repubblica del Kirghizistan all’Unione Economica Euro-Asiatica. Da tale data, il Kirghizistan è diventato a tutti gli effetti un membro dell’U.E.E.A., insieme ad Armenia, Bielorussia, Kazakistan e Russia. Di conseguenza il trattamento dei contributi sociali anche per i lavoratori di questo paese, indipendentemente dallo status di residenza nella Federazione Russa è assimilato a quello dei dipendenti russi: troverà pertanto applicazione il tasso del 2,9 per cento (lettera del Ministero del Lavoro FR del 13 marzo 2015 № 17-3 / OOG-268). Per le aziende che hanno impiegato lavoratori kirghisi, temporaneamente o permanentemente residenti in Russia (con status “razreshenie na vremennoe prozhivanie”, “razreshenie na postojannoe prozhivanie”), non è cambiato nulla, essendo tali categorie di lavoratori stranieri già da tempo assimilate ai cittadini russi. Invece, per i lavoratori kirghisi già presenti in Russia anteriormente al 12/8/2015, con status di “vremenno pribyvajushie” (temporaneamente soggiornanti in Russia), i contributi FSS si versano applicando l’aliquota standard per tale categoria di lavoratori stranieri (cioè 1,8%) fino all’11/8/2015, mentre a decorrere dal 12/8/2015 si applica l’aliquota prevista per i cittadini russi (2,9%).

Modulo RSV-1 – Fondo Pensione e Assicurazione Medica Obbligatoria

Il 20 novembre scade il termine per la presentazione del modulo elettronico RSV-1 per il terzo trimestre 2015 (per le dichiarazioni in formato cartaceo il termine scade il 16 novembre). I moduli sono stati modificati a far data dal 7 agosto 2015, i formati precedenti non sono più accettati.

Si ricorda che i contributi pensionistici (FSS) nel 2015 sono dovuti sulle retribuzioni che non superano i 711 mila rubli annui cumulati per dipendente nella misura del 22%; oltre tale tetto, i contributi sono dovuti per tali dipendenti nella misura del 10% fino alla scadenza dell’anno in corso. Nel caso in cui si sia continuato a versare la contribuzione pensionistica al tasso del 22% nonostante il superamento del limite di retribuzione cumulata annua di 711 mila rubli, l’azienda sarà legittimata a richiedere il rimborso dei contributi versati in eccesso, oppure la compensazione degli stessi con i contributi dovuti con riferimento a periodi futuri: in entrambi i casi, la richiesta deve essere notificata al Fondo Pensione tramite il modello №22-PFR (rimborso) o №23-PFR (compensazione), come previsto dall’Ordine di Servizio del Ministero del Lavoro RF del 4/12/2013, №712n.

Come noto, dal 2015 è stato abolito il limite di calcolo cumulato annuo per i contributi all’Assicurazione Medica Obbligatoria: pertanto questi ultimi devono essere calcolati al tasso del 5,1% con riferimento a tutti i lavoratori ammessi a tale forma assicurativa, indipendentemente dal livello cumulato annuo di retribuzione raggiunto nel periodo di riferimento.

Per le società in regime fiscale semplificato che beneficiano di agevolazioni contributive in virtù della particolare tipologia di attività svolta in via principale (ad es., attività di utilità sociale), si ricorda di verificare in ogni trimestre la permanenza dei requisiti previsti per tali agevolazioni, e cioè:

A seguito dell’entrata in vigore del trattato di adesione della Repubblica del Kirghizistan all’Unione Economica Euro-Asiatica, per tali lavoratori dal 12/8/2015 anche i contributi al Fondo Pensione e all’Assicurazione Medica Obbligatoria si calcolano secondo i limiti e le aliquote applicabili ai lavoratori russi. Nulla cambia per chi fosse in possesso di permesso di soggiorno temporaneo o permanente (poiché tali tipologie di lavoratori sono già di per se assimilate ai cittadini russi), mentre per i lavoratori kirghisi con status di “vremenno pribyvajushie” (temporaneamente soggiornanti in Russia), i contributi all’Assicurazione Medica Obbligatoria non sono dovuti sino all’11/8/2015 compreso, mentre devono essere calcolati dal 12/8/2015.

NOTA BENE:

  • Le buonuscite a dipendenti in caso di licenziamento (anche per mutuo accordo delle parti) avendo natura compensativa non sono soggette a versamenti contributivi solo entro il limite di 3 retribuzioni medie mensili (vedasi sub-p. d), p.2, parte 1 art.9, Legge №212-FZ e Circolare Ministero del Lavoro FR del 29/4/2015 №17-4/B-226).
  • In caso di cancellazione volontaria di crediti verso dipendenti per anticipi di spesa (fattispecie questa che si può avere laddove il dipendente non rimborsi all’azienda le somme ricevute a titolo di anticipo in conto spese e l’azienda rinunci a esigere tale credito), il dipendente viene ritenuto beneficiare per tale importo di un ricavo imponibile. Su tale ricavo l’azienda è tenuta a versare la corrispondente contribuzione obbligatoria (vedasi Circolare FSS FR del 14/4/2015 № 02-09-11/06-5250).

TAX ALERT

Tabella sinottica