Pubblicazioni

Indietro

Le novelle della normativa russa in materia di immigrazione alla fine dell’anno 2021

14.12.2021

La Legge Federale N. 357-FZ di data 02.07.2021, entrata in vigore il 31 ottobre 2021 e la Legge Federale N. 274-FZ di data 01.07.2021, che entrerà pienamente in vigore il 29 dicembre 2021, introducono nella Federazione Russa nuove regole obbligatorie per i cittadini stranieri in materia di esami medici, rilevamento delle impronte digitali e delle immagini (fotografie) per il riconoscimento biometrico.

Le nuove regole si applicano a (i) cittadini stranieri che sono giunti nella Federazione Russa per motivi di lavoro e (ii) cittadini stranieri giunti nella Federazione Russa per altri motivi per un periodo superiore a 90 (novanta giorni) di calendario. I requisiti in oggetto interessano in particolare gli specialisti altamente qualificati, per i quali in precedenza non erano richiesti tali adempimenti.

Esami Medici


Con l’entrata in vigore delle succitate Leggi Federali sorge l’obbligo per i cittadini stranieri di effettuare esami medici volti ad accertare l’eventuale (i) utilizzo di sostanze stupefacenti o psicotrope o la presenza di (ii) malattie infettive (tubercolosi, lebbra, sifilide, COVID-19) e (iii) malattie causate dal virus dell'immunodeficienza (HIV).

I cittadini stranieri che arrivano nella Federazione Russa da paesi per motivi di lavoro con regime di visto sono tenuti a produrre la documentazione medica entro 30 giorni di calendario dalla data di ingresso nel Paese o, in presenza di giustificati motivi, entro 30 giorni di calendario dalla data di cessazione di questi ultimi. Per i cittadini stranieri che arrivano nella Federazione Russa per scopi differenti e per un periodo superiore a 90 giorni di calendario, il termine per la presentazione dei documenti è invece di 90 giorni di calendario dalla data di ingresso nella Federazione Russa.

La documentazione medica in oggetto deve essere emessa esclusivamente nel territorio della Federazione Russa e rilasciata da strutture sanitarie autorizzate e incluse in una specifica lista di enti a tal fine accreditati. La lista al momento non è stata ultimata e attualmente solo il Centro di ricerca e pratica di dermatovenereologia e cosmetologia di Mosca del Dipartimento della Salute della città di Mosca è autorizzato a rilasciare i necessari certificati.
La documentazione medica deve essere presentata dal cittadino straniero presso l’organo esecutivo federale degli affari interni personalmente oppure con l’ausilio di un rappresentante munito di procura notarile ad hoc.

Rilevamento delle impronte digitali e fotografico per il riconoscimento biometrico.


A decorrere dal 29 dicembre 2021 i cittadini stranieri che si trovano nel territorio della federazione Russa per svolgere attività lavorativa, dovranno provvedere alla registrazione delle impronte digitali e delle fotografie ai fini del riconoscimento biometrico, entro 30 giorni di calendario dall’ingresso nella Federazione Russa o al momento della richiesta del patentino o dall’ottenimento del permesso di lavoro.

I cittadini stranieri che si trovano sul territorio della Federazione Russa per altri motivi e per un periodo superiore a 90 giorni, saranno tenuti a provvedere entro il termine di 90 giorni di calendario dall’ingresso nel paese.

La procedura in oggetto viene effettuata una sola volta.

Periodo transitorio


In base ai chiarimenti forniti dagli organi competenti i cittadini stranieri che alla data del 31 ottobre 2021, si trovino già sul territorio della Federazione Russa e siano in possesso di validi documenti autorizzativi dovranno effettuare gli esami medici sopra menzionati a decorrere dal 29 dicembre 2021 e solo in caso di uscita e nuovo ingresso nel Paese. I cittadini stranieri che abbiano ricevuto i necessari titoli autorizzativi successivamente alla data del 31 ottobre, al fine di evitare l’eventuale annullamento degli stessi, dovranno effettuare gli esami richiesti entro il 29 dicembre 2021.

Si segnala che le principali associazioni imprenditoriali hanno già avviato un dialogo con le autorità locali al fine di chiarire il corretto espletamento delle procedure di accertamento introdotte e renderle più “indolori” (soprattutto per gli specialisti altamente qualificati) nonché per ampliare il numero delle organizzazioni mediche dove poter effettuare gli esami.

Si auspica pertanto che vengano presto emessi nuovi ordini e regolamenti esplicativi a livello nazionale.
logo